fbpx

100%

Turismo fa rima con cibo

Un turista su quattro sceglie l’Italia come meta delle proprie vacanze per il buon cibo. Turismo e enogastronomia è un binomio sempre più vincente, come dimostrano i dati raccolti dall’Istituto Nazionale delle Ricerche Turistiche (Isnart), che confermano l’importanza del rapporto tra territorio, turismo e agricoltura per lo sviluppo dell’economia italiana. Lo scorso anno, il turismo legato al cibo ha fatto registrare cifre da record: 110 milioni di presenze (il 57% rappresentato da stranieri), con una spesa da 12 miliari di euro. Il turismo enogastronomico si è costantemente evoluto e, come confermano i dati a disposizione di Unioncamere, i souvenir più acquistati sono i prodotti tipici alimentari. Il consumo e l’acquisto di queste tipicità è al centro delle scelte che muovono il turista in Italia: prima di partire, quasi un turista su tre si informa su negozi e ristoranti caratteristici, spendendo in media 13 euro per ogni giorno di soggiorno. Per il consumo di pasti nei ristoranti, la spesa media è di 25 euro a persona al giorno, con 8 euro per bar, pasticcerie e caffè.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

BIRAGHI S.p.A.
Cavallermaggiore 
CUNEO (ITALY) 
Telefono +39-0172-3801 
Fax +39-0172-380298 
Email biraghi@biraghi.it 
P.IVA 00486510043