fbpx

100%

I rischi dell’accordo commerciale con il Giappone

Non tutti vedono di buon occhio l’accordo con il Giappone. Secondo Coldiretti, ad esempio, il JEFTA “peggiora le condizioni fissate nell’accordo di libero scambio con il Canada (Ceta)”. Infatti, non è stata prevista la ratifica dei parlamenti nazionali per un accordo che prevede la protezione di 18 indicazioni geografiche italiane agroalimentari sul totale di 293 (appena il 6%) e 28 vini e alcolici sul totale delle 523 denominazioni di origine e indicazioni geografiche riconosciute in Italia (5%). Peraltro anche se per Grana Padano, Pecorino Romano e Toscano, Provolone Valpadana, Mozzarella di bufala campana e Mortadella Bologna viene garantita la protezione del nome complessivo, potranno essere utilizzati comunque i singoli termini (Grana, Romano, Bologna) e si potrà produrre e vendere Asiago e Fontina non italiani per i prossimi sette anni. «Tra questi prodotti rientra il Gorgonzola, di cui il Piemonte, nell’ultimo anno, ha prodotto 40 mila tonnellate ovvero circa il 50% della produzione nazionale – sottolineano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale –. Continuiamo quindi le nostre battaglie a favore della trasparenza per tutelare l’eccellente patrimonio enogastronomico piemontese che annovera 14 Dop, 9 Igp, 18 Docg e 42 Doc».

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

BIRAGHI S.p.A.
Cavallermaggiore 
CUNEO (ITALY) 
Telefono +39-0172-3801 
Fax +39-0172-380298 
Email biraghi@biraghi.it 
P.IVA 00486510043